• Public Art Fund | New York
  • Luci d'artista | Torino | Salerno
  • DropStuff | Olanda
  • Kunst im Öffentlichen Raum | Vienna
  • Le Stazioni dell'Arte | Napoli
  • Scultur Park Frieze | London

Kunst im Öffentlichen Raum | Vienna

Peter Kogler, Installazione permanente, Eröffnung, Uhr Wien, 4. Bezirk, U-Bahn Station Karlsplatz, U1/U2 Zwischengeschoss, 1040 Vienna

Il KÖR nato nel 1962 con l’opera di Fritz Wotruba, si è posto come compito la rivitalizzazione dello spazio pubblico della città di Vienna, con progetti artistici permanenti o temporanei, nell’obiettivo di rafforzare l’identità della città e dei suoi singoli quartieri come Agorà, cioè come luogo di dibattito socio-politico e culturale. KÖR intende l'arte nello spazio pubblico non come decorazione, ma come indicatore simbolico in territori precedentemente privi di interventi artistici. KÖR gestisce progetti artistici, selezionandoli tramite concorsi per la realizzazione di progetti di arte pubblica, assegnando borse di studio ad artisti e promotori, cura inoltre convegni, pubblicazioni, programmi di formazione.

Tra i progetti più recenti le installazioni di Natalie Deewan und Gertrude Moser-Wagner, Peter Kogler, Bele Marx.

Nel 2013 Natalie Deewan und Gertrude Moser-Wagner realizzano "Veza fehlt",una settimana di proiezione sul firewall della casa 1020 Vienna, Tempelgasse 12, proprio di fronte Ferdinandstraße 29, dove il poeta Veza Canetti ha vissuto per due decenni, fino al 1934. L'insegna "Veza fehlt" (Veza mancante) si basa sul segno di correzione, e si riferisce al famoso romanzo in 5 scene "Die Gelbe Straße" (Giallo Street), che ritrae la vita in Ferdinandstraße, fra i commercianti del cuoio, nel 1930. 

Nel 2012 Peter Kogler realizza U-BAHN-STATION KARLSPLATZ, Installazione permanente nella stazione della metropolitana di Karlsplatz, nel 4 ° distretto di Vienna. Peter Kogler si prefigge di estendere virtualmente la struttura spaziale reale. Una rete di tubi generati dal computer sembra dissolvere i confini dell'architettura e ci ricordano la mediatizzazione che tutto pervade e tecnologizzazione del mondo di oggi, che con le sue reti di computer e flussi di dati informano e cambiano la nostra esperienza quotidiana dello spazio e del tempo. 

Nel 2011 Bele Marx con l’installazione temporanea AUFHÄNGER, nell’8 ° distretto di Vienna, rappresenta le molteplici possibilità di percezione dello spazio, fattore cruciale per l’emergere di un’idea. Un grande box in vetro contiene linee frammentate che la luce proietta sulle pareti circostanti creando una rete di linee ed ombre, tra le quali lo sguardo del fruitore deve districarsi. In questo modo lo spazio viene fruito oltre il suo valore d’uso quotidiano.

Il LAP vi invita a esplorare il sito dedicato http://www.koer.or.at/de/

FaceBook  Twitter