Il LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica a Milano per la Finale del Premio Celeste

 

  

Jukuki |  Essere Hobo | poveri con stile

Continua il lavoro di commercializzazione territoriale Messo in campo dal LAP Laboratorio Permanente di Arte Pubblica Che nel 2014, infatti, Oltre al giro in Basilicata, ha attivato un'interessante collaborazione con il Premio Celeste, all'interno del Quale Elisa Laraia, ideatrice e arte direttore del LAP, domani 15 novembre a Milano Nella Prestigiosa sede dell'Assab uno conferirà il premio un Jukiki, italiana artista, per il Progetto Be Hobo, poveri con stile. "Un Progetto Che Rende La crisi economica Un vero e proprio marchio, colomba La paura di un'imminente austerità parla per slogan pubblicitari. Una doppia provocazione quindi: da Una parte la critica del marketing di Che cerca di rendere Ogni cosa un prodotto, Dall'altra un invito ad Essere eleganti Anche nel vivere Come un senza tetto ".. L'opera di Jukuki Verra istallata a Una delle Postazioni permanenti del LAP nella Città di Potenza, un interessante spunto ironico Sulla Condizione giovanile per la Comunità potentina, un Progetto di arte pubblica in linea con le Finalità Sociali del LAP. Attraverso il Premio Celeste Il LAP ha, dunque, mantenuto nel 2014 la SUA Attività concorsuale ed ha Continuato ad esplorare Vai La ricerca artistica Presente sul panorama internazionale. Sedici artisti da tutto il mondo Hanno suscitato l'interesse del LAP: Anita Groener, Benno Je'NI, Birgit Maass, Chiara Smirne, Cristina Magni, Karmil Cardone, Lena Heubusch, Pamela Breda, Paolo Scarfone, Silvia Mariotti, Tojascichja Adler, Valentina Lapolla, Victoria Campillo, Yosuke Terada, Yulia Knish, artisti Che Meritano Sicuramente un approfondimento e il Che Saranno PORTATI in giro nel 2015 schermo urbano NEGLI in Basilicata. Quella dell'Assab Un Sarà L'occasione per presentare al Pubblico milanese Tutto il lavoro svolto dal LAP nel 2013 Raccolto Nelle 265 pagine del catalogo Tra teoria e immagini, un Contributo Importanti Dalla Basilicata al panorama Internazionale sull'Arte Pubblica.

FaceBook  Twitter