Qual'è il tuo luogo? - Deframmentazione II di Elisa Laraia

  • Stampa

Elisa Laraia - Nata a Potenza nel 1973

La sua ricerca è tutta incentrata sui temi dell’identità, dal 2005 porta avanti l’opera Private Conversation, video proiezioni su architetture urbane che ne svelano i vissuti interni nell’ottica del trasferimento del privato nel pubblico. Nel 2001 consegue il diploma di laurea in Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, approfondisce i suoi studi presso l’Università Paris 8 di Parigi e la Wimbledon School of Art di Londra. Nel 2000 realizza il primo dei suoi numerosi interventi di Arte Pubblica nella manifestazione Oltre il Giardino a cura di Roberto Daolio. Critici tra i quali Bruno Di Marino, Eleonora Frattarolo, Dede Auregli, Antonella Marino, Dores Sacquegna, Marta Massaioli, Rosalba Branà, Rosalba Paiano, Mili Romano hanno scritto di lei e curato le sue maggiori esperienze espositive personali e collettive dal 2000 ad oggi in Gallerie Private e Musei, come la GAM di Bologna; la Biennale Giovani artisti del Mediterraneo, Sarajevo, la XIV Quadriennale di Roma, la 54° Biennale di Venezia alle tese di San Cristoforo Arsenale Nord di Venezia, Nel Gennaio 2004 crea a Bologna Orfeo Hotel contemporary art project, opera d’arte in progress sul concetto di Scambio Identitario, oggi project room a Potenza insieme a Monica Nicastro e Mio D’Andrea, www.orfeohotel.com. La sua attività artistica dal 2006 si sviluppa tra Bologna, dove ha coocurato per 4 edizioni la manifestazione Art for Art’s Shake, e Potenza, dove è parte della rete Art Factory Basilicata con il progetto LAP Laboratorio permanente di Arte Pubblica

L’identità sospesa tra pubblico e privato. Da anni l’artista multimediale Elisa Laraia porta avanti la sua ricerca sui temi dell'identità e della memoria. Dal 2005 ad oggi lavora sul progetto “Private Conversation", che parte dalla contaminazione dello spazio urbano, tramite i suoi grandi urban screen, per trasformarsi in fragili case di carta, che ospitano piccole identità, diventare spettacolo teatrale, che ribalta il punto di vista del fruitore ponendolo sul palcoscenico, e impreziosirsi in meticolosi ricami su Plexiglass. In “Private Conversation” l'artista affronta i temi del vissuto del singolo all’interno della società contemporanea.

www.elisa.laraia.it

FaceBook  Twitter